Luogo: Stati Uniti d'America

Ricrescita dei capelli con raffreddamento del cuoio capelluto

La maggior parte delle persone sceglie il raffreddamento del cuoio capelluto per cercare di preservare i propri capelli attraverso la chemioterapia, ma stiamo assistendo sempre più spesso a una ricrescita dei capelli più rapida e sana e il raffreddamento del cuoio capelluto diventa un fattore decisionale chiave.

Per alcune persone che affrontano regimi impegnativi, ora considerano la rapida ricrescita la parte più importante del raffreddamento del cuoio capelluto, mentre l'eventuale ritenzione dei capelli rappresenta un vantaggio.

Come sappiamo, i tassi di ritenzione con il cold capping possono variare molto da farmaco a farmaco e da persona a persona: anche quelli con i più alti tassi di ritenzione dei capelli vedono la caduta, quindi una ricrescita più rapida è un vero vantaggio per chiunque scelga di curare il cuoio capelluto. Freddo.

Per molto tempo si è creduto che il raffreddamento del cuoio capelluto determinasse una ricrescita più rapida, e ora ci sono diversi studi clinici che lo confermano.

Uno studio condotto in Giappone nel 2019, intitolato "Efficacy of Scalp Cooling in Preventing and Recovering from Chemotherapy-Induced Alopecia in Breast Cancer Patients: The HOPE Study", ha concluso che il raffreddamento del cuoio capelluto ha comportato un recupero più rapido del volume dei capelli entro 12 settimane dalla chemioterapia, anche nei pazienti in cui il raffreddamento del cuoio capelluto non è riuscito a prevenire l’alopecia indotta dalla chemioterapia.

Ciò è stato particolarmente importante per i pazienti dello studio che hanno ricevuto TC (docetaxel e ciclofosfamide) o AC (doxorubicina e ciclofosfamide), entrambi regimi particolarmente impegnativi per la ritenzione dei capelli.

Come puoi vedere dalle foto, non solo i tassi di ritenzione dei capelli sono più alti per i pazienti che hanno effettuato il raffreddamento del cuoio capelluto, ma il tasso di ricrescita dei capelli è notevolmente più veloce rispetto ai pazienti del gruppo di controllo che non hanno effettuato il raffreddamento del cuoio capelluto.

Recupero dei capelli nell'arco di 12 settimane dopo la chemioterapia finale in pazienti trattati con AC (doxorubicina + ciclofosfamide)

SCALP COOLING
CONTROLLO
Fine della chemioterapia
4 settimane dopo
fine della chemioterapia
8 settimane dopo
fine della chemioterapia
12 settimane dopo
fine della chemioterapia

Recupero dei capelli nell'arco di 12 settimane dopo la chemioterapia finale in pazienti trattati con AC (doxorubicina + ciclofosfamide)

CONTROLLO
SCALP COOLING
Fine della chemioterapia
4 settimane dopo la fine della chemioterapia
8 settimane dopo la fine della chemioterapia
12 settimane dopo la fine della chemioterapia
Uno studio condotto nel 2020 in India – "Prova di controllo randomizzato sul raffreddamento del cuoio capelluto per la prevenzione dell'alopecia indotta dalla chemioterapia" - hanno concluso che i pazienti sottoposti a raffreddamento del cuoio capelluto hanno osservato una significativa ricrescita dei capelli sia a 6 che a 12 settimane dopo il trattamento chemioterapico finale.

A 6 settimane, l’89% dei pazienti sottoposti al raffreddamento del cuoio capelluto ha riscontrato alopecia di grado 0/1 (meno del 50% o nessuna perdita di capelli evidente), mentre il gruppo di controllo che non ha effettuato il raffreddamento del cuoio capelluto ha riscontrato alopecia di grado 12/0 1 alopecia. Alla settimana 12 questa percentuale era aumentata al 100% nel gruppo di raffreddamento del cuoio capelluto e al 60% nel gruppo di controllo.
Come puoi vedere da queste immagini dello studio, una ricrescita più rapida è importante per chi ha buoni livelli di ritenzione dei capelli, ma ancora più importante per coloro che vedono una significativa perdita di capelli. La ricrescita dei capelli avverrà in modo naturale, ma il raffreddamento del cuoio capelluto può aiutare ad accelerare tale processo, da mesi a settimane.

Vale anche la pena notare che non è raro che i pazienti vedano una ricrescita prima della fine del trattamento chemioterapico con alcuni regimi farmacologici.

Esempi di ricrescita di pazienti con cuoio capelluto raffreddato

Helen - Doxorubicina, Ciclofosfamide
Helen - 2 mesi dopo la chemio finale
Tessa – 4 cicli di Docetaxel, Ciclofosfamide
Tessa – 1 anno dopo la chemio finale
Louise - 3 cicli di Epirubicina, Ciclofosfamide e 8 cicli di Taxol
Louise - Ricrescita 8 settimane dopo la chemio finale
Teresa - 6 cicli di Docetaxel, Ciclofosfamide, Herceptin, Perjeta

Teresa - 9 settimane dopo la chemio finale


Minal – 4 cicli di Epirubicina, Ciclofosfamide
Minal – Ricrescita 1 mese dopo la chemio finale
Gessica – 12 giri di Paclitaxel e Carboplatino
Gessica – 2 mesi dopo la chemio finale
Sarah - 6 round di THP
Sarah - Ricrescita 2 mesi dopo la chemio finale
Zara - Epirubicina, Ciclofosfamide
Zara - 2 mesi dopo la chemio finale

Domande frequenti sulla ricrescita

Quando inizierò a vedere la ricrescita?

Non esiste una risposta fissa per questo. Alcune persone possono vedere la ricrescita prima della fine del trattamento chemioterapico, ma questo di solito avviene solo con i farmaci taxani. Per altri possono volerci molte settimane. Come osservato negli studi sopra elencati, la maggior parte dei pazienti vedrà una ricrescita entro 12 settimane dal completamento del trattamento chemioterapico.

La ricrescita inizierà prima di aver finito la chemioterapia?

È possibile, in particolare se stai assumendo un farmaco taxano (come docetaxel o paclitaxel) e stai facendo più di 4 cicli. Tuttavia, se non vedi una ricrescita prima della fine del trattamento, non pensare che il raffreddamento del cuoio capelluto sia stato un fallimento. Potrebbe volerci un po' di tempo, ma la ricrescita avverrà.

Sono settimane che ho finito la chemioterapia, perché non ho ancora visto la ricrescita?

Questo può essere deludente, ma cerca di non scoraggiarti. Vedere la ricrescita a 12 settimane è comune: può sembrare un'eternità, ma sappi che accadrà e cerca di essere paziente. Molte persone cercheranno e cercheranno la ricrescita e all'improvviso è lì.

Nuovi capelli stanno crescendo ma sto ancora perdendo, perché?

È del tutto normale che la caduta e la ricrescita dei capelli avvengano contemporaneamente. Si tratta semplicemente del normale ciclo di crescita dei capelli. Alcuni follicoli piliferi hanno raggiunto la fine del loro periodo di crescita mentre altri stanno appena iniziando.

Perché i miei nuovi capelli crescono con un colore e una consistenza diversi?

La struttura dei tuoi capelli è dettata dalla forma del follicolo pilifero, che può essere alterata dalla chemioterapia. I capelli lisci crescono da follicoli rotondi, mentre i capelli ondulati e ricci provengono da follicoli di forma ellittica o appiattita. La chemioterapia può modificare la forma dei follicoli e molte persone vedono quelli che vengono comunemente chiamati "riccioli chemio". Chi ha i capelli più corti spesso ha una consistenza più pronunciata, che può poi diventare meno evidente man mano che i capelli diventano più lunghi e pesanti: potresti iniziare con i boccoli e poi finire con le onde.

Lo stesso può accadere anche con la parte del follicolo che fornisce il pigmento ai capelli. Molto spesso le persone vedono una ricrescita grigia, ma può anche cambiare colore. Questo potrebbe non essere permanente e dopo un po' il colore potrebbe ritornare a quello che avevi prima della chemioterapia.

Sono così felice di vedere la ricrescita, ma i miei capelli hanno lunghezze molto diverse e sembrano orribili, cosa dovrei fare?

Questo può essere complicato. Sebbene sia forte la tentazione di agire non appena termina la chemio, può valere la pena aspettare un po' prima di sapere come sarà la ricrescita. Parla con il tuo parrucchiere: potrebbe darti consigli su come gestire questa fase imbarazzante senza doverti tagliare tutti i capelli. Potresti non riuscire ad ottenere il taglio di capelli dei tuoi sogni per un po', ma c'è molto che puoi fare se sei paziente. Ad esempio, potrebbe essere possibile creare un caschetto corto di transizione che crescerà senza intoppi invece di dover optare per un pixie cut completo.
Su questa pagina

Certo, l'ideale sarebbe stato mantenere il 100% dei miei capelli. Ma, essendomi stato prescritto Taxotere che può causare la caduta permanente dei capelli, sono felice di conservarne circa il 40% e ora, 9 mesi dopo, ho una ricrescita estremamente rapida.

Meredith
Aiutami a decidere
Dimmi cosa devo sapere
Cura dei capelli rinfrescante per il cuoio capelluto